www.scalve.it

"CERCO RAGIONI E MOTIVI DI QUESTA VITA..."
di Giuseppe Bonicelli (spazio autogestito, saranno pubblicate eventuali repliche; inviare una mail a spazioaperto@scalve.com specificando in "oggetto" l'argomento)

La felicità. Cos'è la felicità?

Sogni e speranze per una società emancipata …       >> parte 1       >> parte 2      >>  la videointervista
 

Non cerchiamo l'isola che non c'è - Videointervista a Schilpario

 

" Ecce homo e altri scritti autobiografici" di Friedrich Nietzsche (1844-1900)

 

INCONSCIO CONFLITTUALE,  RIMOZIONI E ALIENAZIONI

VIZI ED OMOLOGAZIONE NELLA SOCIETA’
CAPITALISTICA-CONSUMISTICA

LE DUE RELIGIOSITA'
CATTOLICHE

 

ARTE COME EDUCAZIONE A SENTIMENTI ED EMOZIONI

VALORI E DISVALORI parte I

VALORI E DISVALORI parte II

VALORI E DISVALORI parte III

 

QUESTIONARIO POSTO DALLE BIBLIOTECHE DELLA VALLE NEL '99-2000

 

il sito personale di Giuseppe Bonicelli    https://sites.google.com/site/giuseppebonicelli/

Le massime

LE MASSIME  hanno il limite di essere generalizzazioni di alta sintesi e  che rimandano ad ulteriori approfondimenti;  hanno il pregio  di far riflettere sulla nostra vita ponendoci delle domande ma pure indirizzi sul senso  o non senso di questa vita…
“Cortese e servizievole. MAI SERVILE!!!”
“Il piacere dei sensi non è PECCATO(vizio)!
Superato il confine (labile) del PIACERE e divenire DIPENDENTI da questo è essere schiavi del VIZIO(peccato)!

“FIDUCIA. Si dà e si acquisisce con la conoscenza,coerenza(pensare,dire,fare),nel tempo
E’ vita ben miserabile e infelice se non si dà e non si ha fiducia in qualcuno!
Senza fiducia è credere soltanto nella diffidenza,tradimento,paura…
Fiducia e sincerità sono  un frutto di coloro che sanno amare!”

“CURIOSITA’” per conoscere CHI  fa errori, oppure  curiosità invidiosa verso coloro che hanno successo e fama…CURIOSITA’ paesana o nazionale, curiosità sterile che nulla insegna  per capire la vita. Sovente è  morbosa e crudele…
CURIOSITA’ per conoscere i PERCHE’  del nostro essere e agire: questa  sì curiosità intelligente ed  EMANCIPATRICE”.

SOGNARE. E’ illusorio sognare per sé fama, amore, felicità, senza aver,con fatica, costruito nel tempo rapporti sociali adeguati. E’ un fantasticare allucinante e malato, che ci riporta tristemente a una realtà che ci fa perdere coraggio e autostima.
SOGNARE E’ GIUSTO!, e necessario, se ci riporta a una realtà che realizza essenzialmente i nostri sogni e progetti, valorizzando e motivando la vita.”

STIMOLI PSICOLOGICI”
STIMOLI  ESTERNI: determinati dalle contingenze quotidiane: lavoro, scuola, famiglia…Che rincorriamo con affanno, stress; per non essere esclusi. Sono SOVRASTIMOLI  che condizionano pure il nostro tempo libero… e pensiero.
STIMOLI    INTERNI: capacità di trovare il tempo di riflettere su come viviamo, per quali scopi. AUTOSTIMOLAZIONI che ci insegnano a scegliere con AUTONOMIA, comportamenti più liberi e felici.”

“LIBERTA’ o EMANCIPAZIONE!
Dominio cosciente, autocontrollo, sulla NATURA  e sulla PROPRIA NATURA( sensi, istinti,piaceri).
Potere sulla natura, rispettandola come madre, immortale e prosperosa, per la nostra immortalità di specie.
Potere sulla propria natura, coscienza sociale (responsabilità, amore…).”

“L’AMORE non è un diritto,contratto di proprietà o  possessività (gelosia, imposizione, ricatto..) su altre persone.
L’amore è dare- avere (costruire) AUTONOMIA SOCIALE e SENTIMENTALE”.

“IL SAPERE E’ INFINITO!
Nessuno è assolutamente saputo!
Nessuno è assolutamente ignorante!
E’ il CONFRONTO di saperi che oggettivizza il loro diverso grado..
E’ i saccente che schematizza forzatamente la realtà complessa senza saper ascoltare..
E’ saper di non sapere tutto che ci fa saper ascoltare e ci rende più intelligenti”.

“CREATIVITA’:
combinare,mettere insieme,in modo unico e nuovo ciò che si ha appreso dal sapere storico.
La creatività non si insegna, ma si possono insegnare i MEZZI per raggiungerla.
Essa è libera da ogni costrizione;non esiste creatività senza passione,autonomia in libertà!

“L’uomo vissuto più lungamente non è quello che ha contato maggior numero di anni, ma quello che ha più sentito coscientemente di esistere”
J.J.Rousseau

“SICUREZZE E PAURE
Le abitudini sociali ci rendono sicuri e al riparo dalle paure per le novità e avversità..
Ma esse sono causa della noia e stupidità.
Rompere le abitudini(sterili)con nuove esplorazioni sociali!
Queste ci portano inizialmente insicurezze e paure, ma c’insegnano il coraggio e l’autostima che rende la vita più intelligente e felice.”

“RISPETTO
Si può essere rispettati per soggezione e paura dell’autorità:rispetto avuto per servilismo o subalternità, costruito sulla PAURA.
Rispettare senza soggezioni e paure significa DIALOGARE alla PARI, pur con le differenze di saperi;scoprire la comunicazione che alimenta il rispetto e la stima, l’amicizia e l’amore”

“PAROLE che scivolano come l’acqua su pietre,chiamate chiacchiere,pettegolezzo e menzogne.
PAROLE come pietre! Misurate e verificate, che corrispondono coerentemente(nel tempo) ai comportamenti di coloro che le hanno pronunciate e scritte”

“PARADISO E/O INFERNO
La nostra vita e morte lascia nel presente e ai posteri la MEMORIA delle nostre azioni:avidità-generosità,amore-odio,bontà-crudeltà,gioia-tristezza…
In quale paradiso o inferno la memoria dei posteri ci collocherà??

“Amare, sognare,sentire, apprendere,comprendere:posso fare tutto,purché non mi si costringa a volere..” D’AMIEL

SOVRASTIMOLAZIONI dell’AVERE
Una persona appassionata e sedotta da troppe COGNIZIONI e COSE, è come “un bimbo che ammucchia conchiglie sulla spiaggia e farsene un carico; poi tentato dalle altre che vede,gettarne,riprenderne, finché accasciato dalla loro moltitudine gettare tutto e tornarsene a mani vuote” J.J.Rousseau

“Ricorda che l’ignoranza non ha mai fatto male e che non ci si smarrisce perché non si sa, ma perché si ha l’arroganza di sapere tutto”

“Divertimento non è stordimento! Non è emotività dei vizi che ci lasciano,poi, vuoti e depressi…

Divertimento è coscienza-pensiero,scelta autonoma del proprio sentire e raziocinio…e lasciarsi andare inconsciamente…”

“La semplicità è una complessità risolta(..).Le cose non sono difficili a farsi, ma mettere noi nello stato(o condizione) di farle, questo si è difficile” Brancusi.

“Non aver paura  e non fuggire le emozioni e sentimenti spiacevoli ed infelici.

Affrontandoli si impara a vivere consapevolmente e duraturamente le emozioni piacevoli e felici”

“Il SORRISO ipocrita e maligno gode delle pene e difetti altrui…Per legittimare e coprire le malignità e difetti propri.
Il sorriso sincero e spontaneo è disinteressato e affettuoso e va verso relazioni umane e felici”

“Tutti amiamo virtù di santi ed eroi,trascorsi e presenti,beandoci e sognando (nella lettura o in film)delle loro grandi gesta; ma quanto li imitiamo(almeno) in piccole gesta quotidianamente??

“L’amore non è masochista!
L’amore è compiacersi e bearci nel donare affettività a coloro che ricambiano affetti,SENZA MISURARE(in tempo, cose, denaro)l’intensità affettiva altrui. L’amore è sempre disponibile al perdono, ma  NON AMA la CRUDELTA’e l’oppressione, anzi lotta contro le personificazioni di esse…

“Vigliacchi è essere forti e prepotenti coi deboli, e servili coi più prepotenti.

Coraggiosi è essere umili e disponibili coi più deboli; e avere la forza del coraggio contro la forza della prepotenza!

“Dico ma non lo penso!

Se vi credete assolutamente sinceri, concentratevi a contare quotidianamente quante volte mentite( anche inconsciamente) e scoprirete come siamo impregnati dalla menzogna…perdendo fiducia e amore da/per gli altri.”

“Se non vi sarà catarsi(soluzione sociale emancipativa),all’oppressione dell’uomo sull’uomo, vi sarà  soltanto la catarsi della natura:l’estinzione dell’uomo!..)

“Un bimbo nasce, né buono né cattivo:nasce coi suoi sensi e istinti  naturali.. E’ con l’indirizzo educativo, con l’IMITAZIONE dei comportamenti degli adulti che egli diviene coscientemente  egoista o generoso”

“La possessività e l’egoismo per le cose(merci)si riflette in tutti i rapporti sociali:possessività ed egoismo dell’affettività altrui!

L’amore è conquistare LIBERAMENTE(senza ricatti e paure)l’affettivitàaltrui!”

“La parola RAZZA, nel suo significato scientifico si caratterizza per la riproduzione di una specie...

La razza umana è geneticamente unica e non può essere caratterizzata dal soma o dal colore della pelle. Altrimenti è razzismo ed ignoranza!!!”

La STUPIDITA’ è necessariamente connessa alla VANITA’!
Tutti sono stati talvolta stupidi nella vita, chi si sente stupido è colui che ha senso dell’autoironia e ripara…
E’ pericoloso lo stupido arrogante: egli NON SAPRA’ MAI quanto è stupido e dannoso nelle relazioni sociali.”
La STUPIDITA’ di gruppo è più pericolosa della malvagità..
Essa scarta semplicemente i fatti e gli argomenti che contraddicono i suoi pregiudizi.
Si può essere dotati intellettualmente, ma stupidi, e si può essere “goffi” intellettualmente ma saggi.

Bonicelli Giuseppe.

www.scalve.it